Le madri nere

madonna_nera_di_groscavallo_torinoIl culto delle madonne nere – Le prime madri perdute
di Piercarlo Iorio – Priuli e Verlucca editore.

Il titolo e l’argomento sono accattivanti: esplorare la connessione tra il culto delle "madonne nere" dell’area alpina (estesa a Germania, Provenza, Sardegna e Catalogna) e le "madri antiche" del mondo precristiano. Artemide, Persefone, Diana, Cibele, Iside e ancora più indietro, fino alle Veneri preistoriche. L’autore parte dai ricordi di infanzia delle processioni a Notre Dame de Charmaix,  ci porta per le campagne del Torinese a conoscere un’altra apparizione miracolosa e infine ci lascia in Val Grande di Lanzo, a Forno Alpi Graie, alle prese con un’ultima apparizione ed ai suoi legami con il Rocciamelone (ed un’altra madonna, ancora…). 
Il libro offre innumerevoli spunti di approfondimento e discussione. Unico neo è che l’autore (lo dichiara all’inizio) imposta la scrittura come un susseguirsi di pensieri, collegamenti e riflessioni in ordine sparso, pertanto sembra di leggere  la sbobinatura pura e semplice di tante differenti interviste e meditazioni "davanti al caminetto". L’artificio è abusato: mettere per iscritto il discorso parlato, immaginando che così si possa rendere la freschezza e l’immediatezza del dialogo e della conversazione istruita. L’effetto, purtroppo, è esattamente l’opposto: una fase di rilettura e riorganizzazione non avrebbe tolto nulla alla serietà dei contenuti e avrebbe alleggerito la lettura complessiva.

Annunci

2 commenti su “Le madri nere

  1. Beppeley ha detto:

    Grazie per averci segnalato questo libro di Jorio. Durante una mia personale ricerca nelle biblioteche di Torino, mi sono imbattuto in un suo libro davvero molto affascinante. Si chiama "L’immaginario popolare nelle leggende alpine". Purtroppo non è più acquistabile. Quella lettura si è rivelata davvero un viaggio iniziatico e ha cambiato molto il mio modo di andar-per-monti.

    Sulle origini delle madonne nere ho letto qualche tempo un articolo davvero intrigante sul bimestrale Panorami.
    Adesso che hai parlato del libro di Jorio so che quel numero della rivista mi sta aspettando in Val d’Ala per sedurmi durante le giornate di tempo inclemente. Se ti fa piacere posto qui, come commento, qualcosa di interessante.

  2. gpcastellano ha detto:

    @beppeley: sai che sei il benvenuto, posta pure senza problemi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...