Dell'orgoglio, della rabbia e di altri demoni* parte 1 di 4

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

*titolo preso in prestito da Oriana Fallaci e Gabriel  Garcia Marquez

“Nonno! Nonno! La mamma ha trovato questa foto in soffitta e mi ha detto di portartela! Ci sei tu che fai la scalata in montagna, e gli altri chi sono? Dove siete qua? Dai nonno raccontami la storia della montagna!!”

Eccola qua Beatrice, la mia nipotina. Prendo in mano la foto, gialla di muffa e di polvere.

Riconosco il luogo. La Cresta del Ferro. E le persone.  Io e Didier. E Chantal.

“Vedi, siamo io e due miei amici, tanti anni fa”.

“ E siete arrivati in punta?”

“Certo… è stata una grande scalata. Siediti lì che adesso ti racconto…”

Come faccio a spiegare ad una bambina di sette anni ciò che avvenne quel giorno, sulla Cresta del Ferro?

“E’ stata una bella arrampicata. Qui siamo praticamente in cima”.

Non è vero. Ricordo perfettamente quel masso a testa di cane, che dalla foto ci domina. Si trova nel primo terzo della salita, all’inizio delle maggiori difficoltà. Quel giorno non ci siamo per nulla divertiti. Troppi demoni vagavano nell’aria.

 

E’ già novembre, il novembre di una annata alpinisticamente strepitosa. L’estate è stata povera di pioggia, quindi Chantal ed io abbiamo dato sfogo alla nostra fame di roccia e ghiaccio. Questa scalata è una sfida infernale, lanciata a noi stessi: scalare la Cresta del Ferro in autunno, con le giornate che si accorciano ed il freddo che comincia a bloccare la montagna.

 

Guardati dai demoni dell’ambizione, Beatrice!

 

Chantal ed io siamo amanti. E’ un legame segreto, tenuto nascosto a tutti, e soprattutto a Didier. Povero Didier, che ti sforzi di apparire grande, gentile e generoso con Chantal. Non sai che noi, a tua insaputa, ti osserviamo con un misto di tenerezza e fastidio. Forse qualcosa intuisci, ma la tua cocciutaggine ti fa agire contro l’evidenza dei nostri sguardi. Brutta bestia, la cecità dell’amore.

 

Un altro demone da cui guardarsi, Beatrice.

 

Due giorni prima, nella sede sociale, presi dall’entusiasmo, abbiamo lanciato la boutade della Cresta del Ferro. Una sparata assurda, davvero… Difatti ci eravamo subito convinti  a rinunciare, per dedicarci a più sollazzevoli passatempi. Ma Didier ci ha sentiti e si è praticamente aggregato alla cordata. Ed il nostro orgoglio non può farci recedere dal progetto iniziale.

 

Nella foto sembriamo decisi e fiduciosi.

 

Balle.

E’ terribilmente tardi. La via è ancora lunga, e la discesa molto complicata. Il sole nel suo percorso si nasconderà presto dietro le cime della valle. E’ terribilmente tardi, dovremmo scendere adesso. Mi volto verso Chantal. Ha uno sguardo strano. Lo stesso sguardo che nelle ultime settimane non l’ha mai abbandonata. Provo a parlare, ma lei non mi ascolta ed inizia il tiro. Ancora… avanti.

 

Un altro demone, la frenesia, il voler conseguire un obiettivo ad ogni costo. Accettare incondizionatamente i rischi che questa decisione comporta. Quanto devi essere esperto per capire quando è ora di mollare tutto e tornare indietro? Quanti sbagli devi fare?

Fine 1 di 4

samivel_01immagine di Samivel


Annunci

2 commenti su “Dell'orgoglio, della rabbia e di altri demoni* parte 1 di 4

  1. blacksheep77 ha detto:

    …in attesa della prossima puntata…

  2. gpcastellano ha detto:

    @blacksheep: che non tarderà!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...