Ancora Jack London

"Martin Eden" di Jack London
Possiamo parlare all’infinito di Jack London. Definirlo un fortunato avventuriero, un esagerato, un mitomane, un genio. Per farsi un’idea del personaggio si può leggere il "Martin Eden", una autobiografia mancata. La vicenda del marinaio rozzo che si eleva al disopra della propria condizione originaria per raggiungere la fama e la celebrità come scrittore e pensatore ricorda fin troppo bene la storia dell’autore, che in venti anni di produzione letteraria – iniziata a 20 anni e terminata a 40 – scrisse oltre 50 libri ed una infinità di racconti, saggi e novelle.
Socialista, individualista, reazionario, rivoluzionario? Confinare una personalità poliedrica in una sola etichetta (ed in uno striminzito post) sarebbe riduttivo e pretenzioso: per affacciarsi su una personalità così complicata la cosa migliore è iniziare a leggerne gli scritti, e poi "farsi un’idea" complessiva attraverso questo libro immenso e tenebroso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...