Bartleby lo Scrivano

copt13BARTLEBY LO SCRIVANO

Di Herman Melville

ed. Einaudi

Il suggerimento di un’amica di blog mi conduce a rileggere questo breve racconto di Melville. Lo scrivano Bartleby ed il suo "preferirei di no" simboleggiano l’opposizione all’accodarsi all’uso comune ed al pensiero unico sul quale  molto si parla e poco si ragiona. Un atteggiamento che può innervosire, suscitare scrollate di capo e alzate di spalle, ma deve fare riflettere sul perché di certi allineamenti che ci sembrano naturali ed invece sono il semplice frutto malato di abitudini sbagliate o imposte.  L’apparente illogicità del comportamento dello scrivano, che si lascerà morire in carcere, è un sassolino nella scarpa delle sorti progressive del mondo in accelerazione nel quale viveva Melville.

E, dopo Bartleby, l’editore ci regala altri due racconti a temi contrapposti: "Il paradiso degli scapoli" e "Il tartaro delle fanciulle."

Il primo è la cronaca di una cena brillante presso le Inns of Courts di Londra: chi le ha visitate riconoscerà la pace di quei luoghi, vera isola di riposo nel caos della City, e l’atmosfera di soddisfatto e compiaciuto benessere che vi si respira. Il secondo racconto è l’agghiacciante descrizione di una cartiera isolata tra monti inospitali, condotta da fanciulle destinate ad una tragica fine.

 

Annunci

2 commenti su “Bartleby lo Scrivano

  1. IPaprika ha detto:

    Sono molto contenta per questa tua rilettura. Puoi immaginare il piacere che fa nell’essere ascoltati?! e sorrido visto che questo avviene proprio su di un racconto che rappresenta l’apice dell’incomunicabilità.
    grazie.

  2. gpcastellano ha detto:

    “Rosso con rosso e verde con verde, nulla si … e nulla si perde”
    ehm… i puntini sono perché non ricordo le parole esatte. Questo per dire che cerco di non perdere nulla di ciò che passa di qui. A distanza tutto ritorna.
    Ciao
    Gp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...