vaganti, nomadi e viaggiatori

Ieri sera gironzolavo per i blog linkati ed i siti preferiti, ed in sequenza sono stato qui(dall’amica marzia), qui (hi, Ipaprika) e qui (IBS, of course). Finita lì, la serata. Stamattina, rielaborando fatti ed impressioni, mi sono chiesto se esiste una relazione tra il vagare per lavoro, il viaggiare per diletto e l’essere nomadi per "natura". Forse tutto risiede nell’inquietudine e nella irrequietezza del risiedere troppo a lungo in un luogo, o in una situazione. Come il sassolino nella scarpa, dopo un po’ non si può più fingere che non ci sia, e va tolto.  Cambiando prospettiva e punto di vista, rimettendo in discussione abitudini e modi di pensare, vedere, sentire

Ed allora ben si adatta l’incipit di Moby Dick, uno dei libri nella mia personale top-five (ma di questo parleremo un’altra volta):

Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa – non importa quanti esattamente – avendo pochi o punti denari in tasca e nulla di particolare che m’interessasse a terra, pensai di darmi alla navigazione e vedere la parte acquea del mondo. È un modo che ho io di cacciare la malinconia e di regolare la circolazione. Ogni volta che m’accorgo di atteggiare le labbra al ***, ogni volta che nell’anima mi scende come un novembre umido e piovviginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri e di andar dietro a tutti i funerali che incontro…

 

Annunci

3 commenti su “vaganti, nomadi e viaggiatori

  1. blacksheep77 ha detto:

    c’è chi ha bisogno di stabilità e di un luogo per essere in pace e chi invece trova la sua realizzazione viaggiando, vagando… e non è detto che, chi si sposta, sia alla ricerca di qualcosa. sono solo diversi modi di vivere…

  2. gpcastellano ha detto:

    hai perfettamente ragione: il vagare è un altro modo di vita. E qui mi riallaccio agli appunti di Chatwin sulla contrapposizione tra sedentario e nomade. Due modi di vita entrambi plausibili, ma che si parlano con difficoltà e diffidenza.

  3. IPaprika ha detto:

    Moby Dick è una lettura compresa nella mia lista di desideri.
    Viaggiare col corpo e/o spostarsi con la mente sono regole perfette per “cacciare la malinconia”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...