Non è un paese per vecchi

Un noir devastante. Spunti di riflessione, amarezza, tensione si mescolano in un libro che ricorda per certi versi la tragedia greca, con pause riflessive in funzione di coro. Una fuga che può soltanto finire male, un destino segnato e l’incarnazione del male che, nella sua lucidità, non risparmia niente e nessuno, neppure quando non vi è più nulla da guadaganre o cercare. Riflessioni amare su di un paese che diventa incomprensibile anche a se stesso. Splendidi i flash su di una natura immobile ed indifferente.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...